Il nodo di Rastignano

 

nodoR

 

L’Associazione ROSA DEI VENTI asd, da molti anni sta seguendo il complesso iter burocratico che ha portato alla partenza del cantiere del Nodo di Rastignano a Novembre 2015; un’opera stradale attesa da 30 anni che deve essere realizzata tra Bologna e Rastignano e che è indispensabile per migliorare la viabilità di migliaia di cittadini che si muovono nei due sensi tra Bologna e la vallata del Savena.

A fine novembre finalmente è stata consegnato il Cantiere alla ditta di Mirandola che ha 600 giorni per realizzare le opere previste nello stralcio del Progetto. Nell’ultimo anno i cittadini che fanno parte di Associazioni e Comitati si sono impegnati in un pressing prolungato su tutte le istituzioni Regionali provinciali, dei Comuni di Bologna, San Lazzaro e Pianoro affinchè terminassero i rimandi e slittamenti continui di date ad opera di RFI, la stazione appaltante i lavori.

Ora i mezzi di cantiere sono all’opera e ci auguriamo che vengano rispettate le date senza complicazioni. Nel frattempo sollecitiamo le istituzioni perchè si prepari la fase 2 del Nodo di Rastignano, realizzando le opere che riguardano prevalentemente il comune di Pianoro , la zona di Rastignano ed il Comune di Bologna.

Chi desidera ricevere copia del progetto completo molto corposo lo può richiedere inviandoci la sua email.

Per ulteriore documentazione:

www.comune.sanlazzaro.bo.it/aree-tematiche/frazioni/paleotto-trappolone/201cvariante-sp-65-della-futa201d-per-l2019attraversamento-dell2019abitato-di-rastignano-nei-comuni-di-bologna-pianoro-e-san-lazzaro

One thought on “Il nodo di Rastignano

  1. Oggi dopo 20 giorni di ferie natalizie 5 operai hanno ripreso a lavorare, posizionando reti arancioni, nei cantieri del nodo. 20 giorni di ferie sono troppi per un lavoro che langue in un quartiere con il traffico perennemente in fila indiana su via Toscana. 20 giorni di ferie ricordano la prima repubblica e ci fanno pensare ai 20 anni per realizzare la variante di valico, che il premier Matteo Renzi ha festeggiato come un grande successo. Chi si può permettere oggi in Italia 20 giorni di ferie natalizie? Quanto costa oggi alla nazione, in tempo perso sulle strade questo vergognoso operare? Quando finiranno questi lavori così malamente iniziati? Non c’è nessuno che vigila su questo scandaloso operare delle istituzioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *